#EqualGame, al via la campagna UEFA contro le discriminazioni nel calcio

di Andrea Maccarrone

#EqualGame è la nuova campagna lanciata in queste settimane dall’UEFA nell’ambito dell’iniziativa Respect. Tanti i campioni coinvolti come testimonial: Ronaldo, Pogba, Messi tra tutti. Ma L’intenzione delle campagna è creare una piattaforma di condivisione, sul sito equalgame.com, in cui chiunque ami il calcio possa condividere la sua esperienza e il suo messaggio.

Il Calcio, soprattutto in Europa, è uno sport trasversalmente popolare, giocato e seguito da milioni di persone di ogni età, origine, cultura, sesso e religione. Offre quindi straordinarie opportunità di incontro e conoscenza reciproca, per condividere valori positivi di eguaglianza e rispetto.

Purtroppo, come sappiamo, non sempre è così.

Anzi, non mancano episodi anche gravi di violenze, di razzismo, di omofobia e di discriminazione in genere.

Episodi che rischiano di allontanare molte e molti sia dal calcio giocato che dal tifo e che mandano alla società messaggi di odio e aggressività del tutto negativi.

Proprio per questo motivo, per mandare dei messaggi di inclusione e rispetto appunto, l’UEFA, la Federazione Calcistica Europea, nel 2008 ha lanciato Respect. Un iniziativa di responsabilità sociale nata per contrastare il razzismo e le discriminazioni nel calcio.

Oggi l’UEFA è impegnata a sviluppare ed ampliare questo messaggio per promuovere l’inclusione, le differenze e l’accessibilità al calcio contrastando non solo le discriminazioni razziali ma anche quelle basate sul genere, sull’età, l’orientamento sessuale, la disabilità e i contesti sociali.

Un impegno che si è tradotto nel lancio della nuova campagna per il 2017, inaugurata qualche giorno fa a Monaco. “La nuova campagna da a tutti gli amanti del calcio in Europa una voce per condividere cosa il calcio significa per loro. La nuova campagna Respect si chiama #EqualGame. Perché tutti hanno il diritto di godersi il calcio. Non importa chi tu sia, da dove vieni o come giochi. Sul campo siamo tutti uguali” recita il videoclip di lancio.

Il nuovo taglio di ogba

Ma #EqualGame non si ferma qui. La campagna vede protagonisti diversi testimonial d’eccezione da Messi a Ronaldo, a Hegerberg a Ibraimovich, fino a Paul Pogba, che è diventato il vero volto dell’iniziativa. Sposata al punto da essersi fatto “scolpire” la parola “equal” nel suo nuovo super glamour taglio di capelli.

In uno degli spot della campagna Pogba e il compagno di squadra al Manchester United Ibraimovich si prestano a un divertente siparietto. I due sono seduti l’uno accanto all’altro. E Ibraimovioch critica la maglia #EqualGame che Pogba indossa con orgoglio “Paul, ma che razza di maglietta è questa, non è neppure bella” punzecchia il campione svedese. “Non è il mio stile”.

Poi però quando i due lasciano la stanza si affretta a prendere anche lui una maglietta #Equalgame lasciata su una sedia senza farsi notare dal compagno.

Leggi di più su Pride Online

Share